| Altro

Frutta

Dai frutteti soleggiati della Valle d'Aosta, crescono la mele e pere di montagna, dai colori e profumi intensi con polpa finissima e succosa.

Mele

Riconosciute come Prodotti Agroalimentari Tradizionali come da art.8, D.L.30-04-98, n.173

Mele

Attraversando il fondovalle si scorgono, sia sulla destra che sulla sinistra orografica della Dora Baltea, numerosi frutteti coltivati secondo regole rigorosamente tradizionali, ove il ricorso ai trattamenti antiparassitari è limitatissimo. Ciò è possibile grazie al clima secco e alla buona esposizione al sole, fattori indispensabili per ottenere frutti dolci, dai colori e dai profumi intensi.

La mela è senza dubbio il frutto più diffuso in tutta la Valle d'Aosta (la produzione annua supera i 35 mila quintali), in prevalenza nelle zone di Saint-Pierre, Sarre e Villeneuve.

Le sue virtù alimentari si conoscono da secoli e costituiscono un valido apporto nutrizionale, altamente digeribile da adulti e bambini.



Le specie tipiche sono quattro, due delle quali sono riconosciute come prodotti agroalimentari tradizionali:

  • La Renetta della Valle d'Aosta, è il simbolo della tradizione frutticola valdostana, dalla polpa finissima e profumata e dalla buccia rugosa di colore giallo-ruggine; è una qualità particolarmente indicata per la produzione di torte, frittelle e altre specialità culinarie
  • La Golden delicious della Valle d'Aosta, dalla polpa succosa, zuccherina e croccante e dalla buccia giallo-rosata, è molto aromatica, tanto da meritarsi l'appellativo di "perla" della tavola.

Oltre alle due varietà di mele più conosciute se ne producono altre due:

  • La Red delicious, dal colore rosso intenso e molto zuccherina, conosciuta ed apprezzata nella versione starking 
  • La Jonagold, col suo caratteristico sapore dolce-acidulo che deriva dall'incrocio di due differenti qualità (la golden e la jonathan), gialla striata di rosso dalla polpa molto croccante e particolarmente succosa

Pere

Prodotto del Territorio

Merita un assaggio La martin sec, una pera piccola e regolare, dalla buccia ruvida di color ruggine, utilizzata soprattutto nella versione sciroppata o cotta nel vino.
La raccolta e la commercializzazione di mele e pere sono oggi prevalentemente affidate alla Cofruits, cooperativa di Saint-Pierre, che ha immesso sul mercato anche alcuni prodotti originali, quali confetture, succhi, mele essiccate, aceto di mele e acquavite di mela renetta.

Castagne e noci

Prodotti del Territorio

Castagne

Se la mela è il frutto per eccellenza della Valle d'Aosta, la castagna ha da sempre rivestito un ruolo importante. È presente soprattutto nella zona compresa tra Châtillon e Pont-Saint-Martin e all'imbocco della Valle del Lys, dove si concentra l'80% dei castagneti della Regione.

Frutto tipicamente autunnale, la castagna risulta essere ingrediente primario di numerose specialità della gastronomia valdostana.
La si abbina con i salumi (lardo e motsetta), la si serve in zuppe e minestre, la si accompagna con il burro e con il latte di montagna ma soprattutto la si apprezza come dolce: glassata, in confettura, con la panna montata o con il cioccolato.
Di facile conservazione, sovente essiccata per poter essere consumata durante l'intero arco dell'anno, la castagna valdostana è un prodotto di piccole dimensioni ma di grande qualità e straordinariamente gustosa. Della raccolta, lavorazione, conservazione (senza alcun trattamento) e commercializzazione del prodotto si occupa "Il Riccio", cooperativa con sede a Lillianes, alla quale conferisce la maggior parte dei produttori della Bassa Valle.

Altro importante frutto valdostano è la noce. Preziosa, dal sapore inconfondibile, è difficilmente reperibile in quanto prodotta quasi esclusivamente per il consumo familiare, ma una vera delizia da abbinare con dolci e formaggi. Dalle noci valdostane si ricava l'ottimo olio di noci, alimento prelibato e dal sapore inconfondibile.

Olio di noci, huile de noix
Dalle ottime noci locali, negli ultimi anni è ricominciata la produzione, anche per il commercio e non solo per l'uso familiare, dell'olio di noci, huile de noix, riconosciuto ora prodotto tradizionale della Valle d'Aosta ( Art. 8 d.l. 30 aprile 1998, n. 173) e divenuto concorrente degli altri condimenti italiani di alta qualità. Per la sua produzione, oggi vengono utilizzati impianti moderni, che si affiancano ai favolosi torchi in legno di una volta.