| Altro

DonnasRossi

Vitigni
Vitigni
Percentuali
min 85% Nebbiolo, max 15% altri vitigni a bacca rossa
Dettagli

Vino prezioso tanto da essere definito "il fratello montano del Barolo". La credenza popolare lo vuole afrodisiaco. Per la sua preparazione vengono impiegate prevalentemente uve Nebbiolo, localmente denominato Picotendro.

Sistema colturale: pergole tradizionali situate sui pendii rocciosi.

Produzione DOC consentita: 75 quintali di uva per ettaro.

Resa di vinificazione: 70% sul raccolto.

Vinificazione: tradizionale in rosso con prolungata macerazione delle vinacce.

Affinamento: minimo 24 mesi di cui almeno 10 in botte di legno per la versione base, 30 mesi di cui almeno 12 in botte di legno per il superiore a decorrere dal dicembre successivo alla vendemmia.

Superficie: superficie iscritta  all'albo vigneti per la DOC ettari 20,5 (anno 2004).

Produzione: dichiarata per la DOC ettolitri 660  (anno 2003).

Colore: rosso rubino scarico con riflessi granati più o meno intensi a seconda delle annate e del periodo di invecchiamento.

Profumo: fine, vinoso, arricchito con l'invecchiamento da complesse e eteree sfumature che ricordano le spezie, il cioccolato e la nocciola tostata.

Gusto: secco, vellutato, armonico con fondo ingentilito da una persistente nota tannica.

Grado alcolico: 12,5°-13,5°.

Acidità: minima 5,0 gr. per litro espressa in acido tartarico.

Come si serve:
Camoscio e selvaggina da pelo sono i suoi "accompagnatori" preferiti. Buono l'abbinamento con i formaggi di lunga stagionatura.

La temperatura di servizio è di 20°-22° C., stappando la bottiglia prima dell'uso e lasciandola in ambiente caldo. Per alcune annate particolari, è consigliabile la scaraffatura o l'utilizzo della bottiglia da decantazione.

Produttori

Caves Coopératives de Donnas

Itinerario 5Cantina cooperativa Donnas
Caves Coopératives de Donnas
Nel 1971 un gruppo di viticoltori si è costituito in cooperativa col preciso scopo di tutelare e grarantire la qualità e genuità del vino.